Villa Pitti Amerighi

Storia

Nasce come primo impianto nel 1500.Dal 1600, epoca in cui risale la struttura principale della Villa ad oggi, dopo il restauro, la stessa è stata poco sottoposta a modifiche e trasformazioni di carattere strutturale, consentita anche dal fatto che nel corso dei secoli ha subito pochi passaggi di proprietà.
Anche la Cappella privata ,dedicata a S.Biagio, ancora consacrata, risale alla prima metà del 1600.
Apartenuta e edificata dalla nobile famiglia fiorentina degli Ubaldini.
Il loro stemma, è rimasto quale memoria storica, ai lati del frontone dell'altare della cappella e porta alla sua sommità le insegne vescovili a merito di Ubaldino Ubaldini, Arcidiacono della Metropolitana Fiorentina, importante figura dell'amministrazione diocesana toscana.
Nel 1766 la Villa passa ai Pitti una delle famiglie patrizie più influenti di Firenze e poi per eredità, ai Conti Amerighi nei primi anni dell'800.
Gli attuali proprietari, l'acquistano nel 2001 e nel 2002 inizia un lungo lavoro di restauro e recupero durato 9 anni.
Senza tuttavia interagire su la struttura e con ininfluenti modifiche, La Villa è stata adibita, oltre che a dimora privata, all'accoglienza turistica.

Storia Storia Storia Storia